Recentemente, la tendenza di tornare alle radici, componenti semplici e procedure non invasive è stata popolare nell’industria cosmetica. È il motivo del repentino interesse per le materie prime ottenute direttamente dalla natura e utilizzate per produrre cosmetici naturali .Pubblicato: 25-09-2020

Natural cosmetics on the face

Le informazioni sulla composizione di un particolare cosmetico sono riportate sull’etichetta della confezione. Cosa possiamo imparare dall’etichetta? Quali ingredienti possono essere utilizzati nei prodotti naturali? Quali sono le loro funzioni?

Segreti dell’etichetta: quali informazioni si possono trovare sulla confezione di un cosmetico?

L’etichetta su un cosmetico di solito contiene un elenco di materie prime cosmetiche utilizzate per la sua produzione. I materiali sono indicati utilizzando i cosiddetti nomi INCI . Questa abbreviazione deriva dalle parole inglesi International Nomenclature of Cosmetic Ingredients . È un sistema di denominazione unificato di composti chimici in inglese e piante in latino. Quando si acquistano cosmetici, vale la pena prestare attenzione all’elenco degli ingredienti per essere sicuri che il prodotto funzionerà nel modo dichiarato dal produttore. Va ricordata la regola secondo la quale gli ingredienti inclusi nel cosmetico sono elencati in un ordine specifico, a partire da quelli di maggior contenuto nel prodotto. Queste informazioni fornite ai consumatori di fare una scelta informata quando acquistano cosmetici. Per questo motivo, evitano delusioni quando i prodotti utilizzati non funzionano nel modo previsto. Spesso ciò è dovuto al fatto che un particolare ingrediente è presente in quantità troppo piccole rispetto ad altri componenti, per l’effetto desiderato. Per questa preparazione di un prodotto cosmetico con un effetto specifico non è un compito facile. È necessario selezionare le materie prime cosmetiche in modo che il prodotto abbia una consistenza omogenea e le proprietà degli ingredienti siano in armonia tra loro, i risultati desiderati. Questo vale sia per i cosmetici naturali che per i preparati contenenti ingredienti sintetici.

Cosa sono i cosmetici naturali? Cosa possiamo trovare nella loro composizione?

I cosmetici naturali sono prodotti che contengono solo materie prime naturali – risorse minerali e ingredienti di origine vegetale o animale. Inoltre, dovrebbero essere ottenuti come risultato di processi quali: filtrazione, estrazione, essiccazione, distillazione, pressatura, macinazione, liofilizzazione e setacciatura. L’ottenimento di materie prime naturali con l’utilizzo dei suddetti metodi fisici, che elaborano in piccola parte il materiale , consente di preservare i valori nutrizionali, le vitamine e le sostanze benefiche presenti nelle materie prime. Ingredienti di origine animale possono essere utilizzati per produrre cosmetici naturali solo quando ciò non è dannoso per la salute o la vita degli animali . Tali materie prime sono, tra le altre, miele, propoli, lanolina e latte. Nella produzione di cosmetici naturali è consentito anche l’utilizzo di materie prime cosmetiche ottenute in processi biotecnologici , cioè microbiologici o enzimatici. L’acido ialuronico, tra gli altri, si ottiene in questo modo. Oltre alle materie prime di origine vegetale e animale, nella cosmesi naturale puoi trovare anche :

  • diversi tipi di componenti del mare (es. alghe)
  • oli essenziali,
  • sali inorganici e ossidi derivati da minerali,
  • emollienti naturali, coloranti, emulsionanti (ad es. esteri di saccarosio),
  • principi attivi e conservanti in natura (acido benzoico presenti e suoi sali, acido benzilico, acido salicilico).

Quali sostanze non possono essere utilizzate nei cosmetici naturali?

Плюсы и минусы органической косметики. — Женский журнал "ЗОЛОТОЙ"

Per la produzione di cosmetici naturali non si devono utilizzare oli minerali, paraffine, vaselina, coloranti sintetici, profumi sintetici, conservanti sintetici, ovvero parabeni o formaldeidi, nonché glicole propilenico (PPG), siliconi, BHT, SLS e SLES. Gli ingredienti dei cosmetici naturali devono essere esenti da materie prime provenienti da piante geneticamente modificate nonché da materie prime di animali morti o ottenute in modo nocivo per loro. È anche importante ricordare che la produzione di cosmetici naturali richiede l’ adozione di misure di protezione dell’ambiente naturale . Un prodotto cosmetico naturale non deve contenere sostanze sintetiche; sebbene alcune organizzazioni di certificazione considerino il prodotto naturale se contiene meno del 5 %di sostanze sintetiche .

Quali funzioni hanno gli ingredienti nei cosmetici naturali?

I semilavorati cosmetici utilizzati nelle preparazioni naturali hanno funzioni definite. Tuttavia, a causa del fatto che ogni materia prima naturale ha una composizione ricca e varie proprietà , può svolgere più funzioni contemporaneamente. Gli ingredienti più utilizzati nella cosmetica naturale sono antiossidanti, emulsionanti, idrolati ed estratti vegetali, umettanti, esfolianti e tensioattivi .

Antiossidanti – una lotta contro l’invecchiamento della pelle

L’ azione degli antiossidanti si basa sulla riduzione della quantità di radicali liberi che accelerano i processi di invecchiamento cutaneo . Queste sostanze limitano la crescita dei microrganismi e proteggono gli ingredienti cosmetici dalla decomposizione. Gli antiossidanti naturali sono: acido lipoico e ferulico, coenzima Q10, vitamina C ed E. Sono anche efficaci i polifenoli e flavonoidi presenti nei semi d’uva, nel rosmarino e negli agrumi. Un ulteriore vantaggio di queste sostanze è la protezione del prodotto cosmetico da fattori esterni , che ne prolunga la durata.

Emulsionanti: creare un’emulsione permanente

A causa degli emulsionanti , è possibile creare un’emulsione permanente, cioè combinare due fasi: acqua e olio. Danno la giusta consistenza e stabilizzano il prodotto cosmetico . Un popolare emulsionante naturale è il GSC (Glyceryl Stearate Citrate) che, oltre a prevenire la stratificazione delle fasi dei cosmetici, fa bene alla pelle. Un’altra sostanza naturale usata come emulsionante nei cosmetici è anche la cera d’api.

Idrolati – acque vegetali

Gli idrolati sono distillati prodotti come sottoprodotti nel processo di produzione di oli essenziali. Le loro proprietà dipendono dalla pianta da cui sono state ottenute. Tuttavia, le loro caratteristiche comuni sono la capacità di tonificare la pelle, migliorarne le condizioni e lenire le irritazioni . Gli idrolati sono anche usati come la cosiddetta fase acquosa in saponi, creme e balsami .

Meraviglioso potere delle vitamine

Le vitamine sono composti chimici organici che hanno un effetto positivo sulla condizione della pelle. Le vitamina C, A ed E sono più utilizzate nei cosmetici. Leniscono efficacemente le irritazioni cutanee, proteggono e regolano la sua densità e ripristinano la compattezza.

Umettanti – idratazione a lunga durata

Gli umettanti sono sostanze responsabili del legame dell’acqua sia nella preparazione cosmetica che nella pelle. Grazie a loro, l’ idratazione viene preservata a lungo, le rughe sono levigate e la pelle diventa tesa, elastica ed elastica. Gli umettanti naturali sono aloe, miele, glicerolo e acido ialuronico.

Esfolianti: esfoliazione delle cellule morte della pelle

Gli esfolianti sono ingredienti che esfoliano l’epidermide e sono comunemente indicati come scrub. Rimuovono lo strato esterno delle cellule morte della pelle, stimolando la crescita di nuove cellule . Inoltre, ossigenano e puliscono a fondo la superficie della pelle. Gli esfolianti naturali possono funzionare meccanicamente o chimicamente. Il primo tipo sono sostanze abrasive , cioè semi macinati o sali inorganici. Il secondo tipo di esfolianti sono agenti enzimatici che dissolvono le cellule morte. Nei cosmetici naturali, gli acidi idrossilici sono usati come esfolianti chimici (acidi AHA ). Si trovano, tra gli altri, nel latte, nella frutta e nella canna da zucchero e si tratta di sostanze come l’acido malico, citrico e mandelico .

Estratti vegetali: il meglio delle piante

Gli estratti vegetali sono principi attivi estratti dalle piante nel processo di estrazione utilizzando solventi, come oli vegetali o etanolo di origine vegetale. I loro effetti derivano direttamente dalle proprietà della materia prima da cui sono stati ottenuti. Svolgono funzioni antibatteriche, rassodanti, rinforzanti, idratanti, ringiovanenti e riducenti l’affaticamento e lo scolorimento.

Tensioattivi: pulizia efficace della pelle

Questo gruppo di ingredienti viene utilizzato nei cosmetici detergenti, dove sono responsabili della saponificazione delle impurità dalla superficie della pelle e facilitano la pulizia della pelle. Nei cosmetici naturali viene utilizzata la betaina cocamidopropil ottenuta dall’olio di cocco. Questa sostanza ha ottime proprietà schiumogeni , effetto antibatterico e rimuove delicatamente lo sporco, senza causare irritazioni alla pelle.

Base cosmetica: la base di ogni preparazione

I cosmetici naturali possono essere preparati su base acqua o olio . Nonostante le diverse consistenze, nessuno predomina sull’altro in termini di prestazioni. Tutto dipende dalle preferenze dell’utente, quale forma di cosmetico è più probabile che scelga. Le acque floreali (idrolati) o l’acqua distillata semplice costituiscono la fase acquosa . L’acqua floreale contiene preziosi ingredienti derivati da materie prime vegetali (compresi i loro oli essenziali), grazie ai quali arricchisce il cosmetico di proprietà benefiche. A sua volta, la fase oleosa nei cosmetici naturali idrata intensamente la pelle , la nutre efficacemente e protegge dai fattori esterni. Inoltre, le vitamine si sciolgono nei grassi e quindi sono in grado di penetrare meglio negli strati più profondi della pelle. Tra i cosmetici a base di olio, possiamo distinguere burri di consistenza solida e oli liquidi.

I cosmetici naturali sono migliori dei cosmetici sintetici?

I cosmetici naturali stanno diventando sempre più competitivi per i prodotti sintetici . Ciò è dovuto alla crescente consapevolezza dei vantaggi dell’utilizzo di prodotti naturali. Prima di fidarci del produttore, è necessario leggere la composizione del cosmetico, prestando attenzione ad ogni dettaglio. Vale anche la pena testare il prodotto, verificandone le prestazioni prima dell’uso regolare. È bene considerare se vale la pena perdere gli effetti del miglioramento delle condizioni del corpo ottenute mediante una dieta sana e fisica applicando sul proprio corpo parabeni, siliconi e altri additivi sintetici. La risposta a questa domanda sembra ovvia. Quali cosmetici sono migliori per noi: naturali o sintetici? Oltre alla prevalente durabilità del prodotto e alla maggiore pigmentazione dei cosmetici con componenti chimici , non sono migliori dei prodotti ottenuti da quelli naturali.

Quali ingredienti dovrebbero essere evitati?

I cosmetici naturali contengono sostanze preziose che si trovano naturalmente, grazie alle quali sono sicuri anche per i pelli più sensibili. Inoltre, non vengono testati sugli animali e la loro produzione avviene nel rispetto dell’ambiente naturale. Tuttavia, l’argomento più importante per l’utilizzo di questo tipo di preparati è la mancanza di sostanze nocive che si trovano spesso nei cosmetici sintetici. I loro effetti dopo un uso prolungato possono essere dannosi per il nostro corpo. Quindi, quali sostanze dovrebbero essere assolutamente evitate e perché?

BHA (idrossianisolo butilato) e BHT (idrossitoluene butilato)

Si tratta di sostanze chimiche organiche che agiscono come conservanti e sono presenti in quasi tutte le creme e balsami sintetici. Il loro effetto antiossidante prolunga la durata del preparato cosmetico, ma purtroppo non è indifferente alla nostra salute. Questi ingredienti hanno un effetto negativo sulla pelle in quanto possono causare arrossamenti, allergie e anche cancro, che è stato supportato da test sugli animali. Questi composti non sono biodegradabili e non si dissolvono in acqua.

Benzofenone, Benzoilbenzene, Ossibenzone

Si tratta di sostanze chimiche organiche utilizzate come filtri solari che si trovano nelle creme solari. Il loro uso può causare squilibri ormonali perché agiscono in modo simile agli estrogeni femminili. Inoltre, possono causare allergie. I filtri solari chimici non si dissolvono in acqua.

Ciclotetrasilossano (D4), Ciclopentasilossano (D5), Cicloesasilossano (D6)

Si tratta di siliconi ciclici, sostanze che migliorano la consistenza del cosmetico e ne facilitano l’applicazione. Dopo un po ‘di tempo evaporano, ma influenzano ancora negativamente il corpo. Questi composti sono tossici e possono essere dannosi per la nostra riproduzione e possono causare disturbi endocrini.

Etanolamine – ingredienti dei cosmetici detergenti

Appartengono sostanze chimiche organiche che producono schiuma utilizzate nei cosmetici detergenti. Queste sostanze sono responsabili della rimozione delle impurità dalla superficie dei capelli e della pelle. Spesso provocano allergie, hanno un effetto tossico sul sistema immunitario e sono anche sospettati di essere cancerogeni. Le etanolamine sono spesso contaminate da nitrosammine, che sono molto tossiche e dovrebbero quindi essere evitate. I preparati cosmetici utilizzano dietanolamina (DEA), trietanolammina (TEA) e monoetanolammina (MEA o ETA).

Parabeni – conservanti irritanti per la pelle

Si tratta di sostanze chimiche organiche che agiscono come conservanti nei prodotti cosmetici. In etichetta li puoi trovare sotto il nome: metil paraben, etil paraben, butil paraben, aseptina. Queste sostanze causano irritazione della pelle, bruciore e prurito , nonché allergie. L’importante è che i parabeni hanno effetti tossici non solo sulla pelle, ma su tutto l’organismo. Influenzano l’equilibrio ormonale, possono influenzare negativamente sul normale sviluppo del feto e agire in modo cancerogeno.

Vaselina e paraffina – derivati del petrolio

Si tratta di miscele derivate dal petrolio lavorato, spesso utilizzate come base cosmetica. Includono, tra gli altri, olio minerale, paraffina, paraffina liquida e altri sottoprodotti generati nella distillazione del petrolio greggio. Il pericolo maggiore associato all’uso di vaselina e paraffina nei cosmetici è la presenza di impurità sotto forma di IPA, ovvero idrocarburi poliaromatici, che provocano il cancro.

Analisi della composizione dei cosmetici: una garanzia di una buona scelta

ingredienti per cosmetici biologici naturali

Quando acquisti prodotti per l’igiene e la cura del corpo, ricorda quanto sia importante l’origine delle materie prime utilizzate nei cosmetici. Il messaggio di marketing spesso non va di pari passo con l’effetto reale del prodotto, che invece di migliorare le condizioni della pelle – la distrugge. This vale non solo per i cosmetici naturali, ma per tutti i preparati cosmetici disponibili sul mercato. Tenendo conto della composizione del cosmetico visibile sull’etichetta, e non del suo marchio, dovrebbe diventare una routine che ti aiuterà a prenderti adeguatamente cura della tua pelle.