il metodo influisce sul prezzo finale, ma la tendenza va verso un ribasso

Cibo bio e km 0, come è cambiata la spesa degli italiani durante il  lockdown - CDF

Spesso quando ci rechiamo a fare la spesa e confrontiamo un prodotto BIO con l’omologo senza questo standard, vediamo che il prezzo del primo è superiore a quello del secondo. Perchè?

I prezzi tendono ad essere più elevati per i prodotti organici rispetto ai prodotti convenzionali. Come affermato sul sito Web dell’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) delle Nazioni Unite (ONU), i prodotti biologici certificati sono generalmente più costosi rispetto ai loro omologhi tradizionali perché:

  • L’offerta di alimenti biologici è limitata rispetto alla domanda.
  • I costi di produzione per gli alimenti biologici sono in genere più elevati a causa del maggior input di lavoro e perché gli agricoltori non producono abbastanza prodotti singoli per abbassare il costo complessivo.
  • La manipolazione post-raccolta di quantità relativamente piccole di alimenti biologici comporta costi più elevati, poiché i prodotti organici e convenzionali devono essere separati per la lavorazione e il trasporto.
  • Il marketing e la catena di distribuzione di prodotti biologici sono relativamente inefficienti e i costi sono più elevati a causa di volumi relativamente piccoli.

La FAO osserva inoltre che i prezzi degli alimenti biologici includono non solo il costo della produzione alimentare stessa, ma anche una serie di altri fattori che non vengono catturati nel prezzo degli alimenti convenzionali, come ad esempio:

  • Miglioramento ambientale e protezione (ed evitare spese future per mitigare l’inquinamento)
  • Standard più elevati per il benessere degli animali
  • Prevenzione dei rischi per la salute degli agricoltori dovuti alla manipolazione inappropriata di pesticidi (ed evitamento di future spese mediche)
  • Sviluppo rurale generando ulteriore occupazione agricola e assicurando un reddito equo e sufficiente ai produttori

La FAO ritiene che con l’aumentare della domanda di alimenti e prodotti biologici, le innovazioni tecnologiche e le economie di scala debbano ridurre i costi di produzione, lavorazione, distribuzione e commercializzazione dei prodotti biologici.